Perché fare un’analisi del tuo business? Perché avere più informazioni sulla tua situazione attuale? Perché è così importante partire da un’attenta analisi prima di prendere delle decisioni e fissare obiettivi?

Voglio raccontarti un episodio che meglio può chiarire il Perché fare un’analisi del tuo business. Qualche tempo fa, una mia cliente, durante una sessione di coaching, mi racconta che la sua esperienza con la corsa è stata un fallimento: “Ci ho provato” dice lei….”ma con scarsi risultati e soprattutto ho mollato il colpo dopo poco tempo”. Mi racconta che il suo obiettivo era correre la mezza maratona, che come tempo per prepararsi si era data 4 mesi, aveva stabilito un piano di allenamento e per le prime 3 settimana era anche riuscita a mantenerlo. Poi, tra dolori ad un ginocchio, dolori alla schiena, acido lattico e scarsa motivazione, aveva rinunciato.

Che cosa è andato storto? Che cosa non ha funzionato? Aveva un obiettivo chiaro e specifico! Aveva fatto anche un piano, molto allenante e scadenzato. La sua motivazione (il motivo era forte e chiaro per lei: voleva sentirsi bene fisicamente, voleva dimagrire e provare a se stessa che sarebbe riuscita in questa impresa)

E quindi?

Non ha fatto quello che Anthony Robbins chiama “un esame di realtà”, un ‘analisi della situazione di partenza. Una fotografia della situazione attuale. Da dove partiva? Qual era il livello di allenamento e di preparazione che aveva? Quali le condizioni fisiche? E le risorse? Aveva delle scarpe adatte? Forse il piano che aveva stabilito non era costruito considerando la sua situazione di partenza e quindi non rispettoso dei suoi modi e dei suoi tempi.

Ogni volta che iniziamo un percorso di crescita è fondamentale capire ed analizzare da dove partiamo, qual è la situazione di partenza?…..Così da pianificare e decidere un piano in linea sia con i nostri obiettivi sia con i punti di forza e i punti deboli che ci caratterizzano in quel preciso momento.

Scattare una fotografia della situazione attuale! E’ esattamente quello che serve alla nostra attività, al nostro business tutte le volte che pensiamo ad un miglioramento. Ecco Perché fare un’analisi del tuo business.

Fermarsi, analizzare, capire, osservare e poi decidere la strategia e gli obiettivi!

E’ un’abitudine che garantisce il successo dei nostri progetti: dedica del tempo, con un metodo preciso e chiaro a fare un ‘analisi del tuo business, della situazione attuale. Per capire quali aree del tuo business stanno andando bene e quali aree e azioni non stanno dando i risultati attesi. Solo quando mi fermo e analizzo posso capire cosa continuare a fare e cosa smettere di fare o fare in maniera diversa per la mia attività.

E’ più frequente trovare aziende che questo lavoro di analisi lo fanno almeno una volta all’anno o almeno all’inizio di importanti progetti. Per una libera professionista è molto raro. Ma di estrema importanza e utilità. Abituati a fermarti e fare un’attenta analisi del tuo business, falla diventare una tua competenza, una tua abilità prima di intraprendere i tuoi progetti.

Oltre a focalizzare la tua attenzione sul Perché fare un’analisi del tuo business. Voglio darti qualche suggerimento e fornirti qualche domanda potente per iniziare a svolgere questa preziosa attività:

Sembra complicato, ma si tratta di fermarsi un attimo e cominciare a farsi le domande giuste per iniziare ad analizzare la propria attività. E tu lo sai a che punto della tua strada professionale sei? Quello che ti chiedo è di guardare in faccia la realtà, di essere onesta e sincera con te stessa quando risponderai a queste domande, sappi che è un passo fondamentale per poi fissare degli obiettivi e quindi la strategia più efficace per raggiungerli.

Il mio consiglio è di scrivere su carta le domande e le risposte. Non serve scrivere un tema, delle risposte secche andranno più che bene, purché siano sincere. Metti una data sopra al foglio e conservalo. Puoi ripetere l’esercizio quando vuoi e notare se le cose sono cambiate.

Alcuni aspetti della tua attività ti potranno sembrare tristi o deprimenti in questo momento, ma sono un buon punto di partenza per decidere di cambiare.
Quando risponderai a queste domande, confrontati con i numeri, con i “fatti” e i “risultati” concreti raggiunti fino adesso nella tua attività di business, dovrai sforzarti di guardarti anche con gli occhi dei tuoi clienti. Queste domande riguardano: la tua situazione attuale, la tua situazione desiderata e gli ostacoli che ci sono (o ci possono essere) che ti impediscono di andare dalla situazione attuale alla situazione desiderata. In modo da avere una visione strategica della tua attività di business, per poi prendere delle decisioni sui passi futuri da fare.

Ecco alcune domande riguardanti la tua situazione attuale per iniziare a comprendere il Perché fare un’analisi del tuo business:

  • In che anno hai aperto la tua attività?
  • Quanti clienti hai?
  • Quanto fatturato hai raggiunto quest’anno? E l’anno scorso?
  • Quanto fatturato genera ogni cliente?
  • Qual è il tuo fatturato annuo medio?
  • Quali sono le tue spese aziendali?
  • I tuoi clienti riacquistano i tuoi servizi/prodotto? Con che frequenza?
  • Come ti percepiscono i tuoi clienti? Cosa si dice di te?
  • Hai un sito internet? Quante visite riceve ogni mese?
  • Hai uno o più canali social? Quanti post scrivi? Quanti follower hai in ogni canale?
  • Da dove arrivano i tuoi clienti nuovi?

Alcune domande che riguardano la tua situazione desiderata?

  • Come vedi la tua attività fra 5 anni? E come ti vedi Tu?
  • Fra un anno quali sono gli obiettivi che vuoi raggiungere?
  • Quanti clienti vuoi avere?
  • Che cosa vuoi che i clienti pensino di te?
  • Che cosa ti dirà che la tua attività di business sarà più che soddisfacente per te?
  • Quanto vuoi guadagnare fra un anno?
  • Quali e quante persone vuoi che collaborino con te?
  • Di cosa ti vuoi occupare tu personalmente fra un anno?
  • Quali fattori concreti ti diranno che hai raggiunto quello che desideri?

Alcune domande che riguardano gli ostacoli che ti possono impedire di arrivare dove vuoi arrivare?

  • Che cosa ti ha impedito fino adesso di raggiungere i risultati che vuoi?
  • Che cosa ti manca per arrivare dove vuoi?
  • Quali risorse hai bisogno?
  • Quali competenze ti servono per arrivare dove vuoi arrivare?
  • Quali ostacoli vedi che ti possono impedire di arrivare li?
  • Quali altre cose devi considerare prima di partire?
  • Che cosa ti frena?
  • Di cosa hai paura?
  • Qual è la cosa peggiore che può succedere?
  • Quali azioni puoi fare per prevenire questa situazione?
  • Quali azioni puoi fare per rimuovere questi ostacoli?

 

Perché fare un’analisi del tuo business?

Potrà sembrare una questione banale e scontata. Eppure credo che molte libere professioniste spesso procedano senza idee chiare, senza una meta o una conoscenza di sé.

Nel caso di Anna, Ingegnere e consulente ambientale è andata così:

Ha deciso di staccarsi dallo studio di consulenza con cui aveva lavorato per anni e ha deciso di diventare una libera professionista. Aveva le competenze solide nel suo settore e un po’ di clienti affezionati che l’hanno seguita. Non ha non creato un Business-Plan, non ha definitivo obiettivi precisi. Lei è brava, professionale e i suoi clienti sono sempre stati contenti e soddisfatti dei suoi servizi.

Ha continuato a lavorare, principalmente con conoscenze e passaparola.
E quando lavori tanto e sei all’inizio si sa, tieni la testa bassa e vai avanti.
Negli ultimi anni però qualche dubbio sulla gestione della sua attività, tanti impegni, poco tempo e un dubbio sulla redditività delle sue mille azioni che gli impedivano di dedicare tempo all’attività di conoscenza nuovi clienti e all’attività commerciale.

Fino a che una vocina, “la mia :-)”, le ha chiesto:  “Che cosa vuoi fare nella tua vita? Cosa ne sarà di te tra 10 anni?”

Ovviamente lei aveva delle risposte a queste domande, ma molto confuse e soprattutto non era “contenta” . La frase che più si ripeteva era: “Non ho tempo per andare a trovare i miei clienti fidelizzati”, “Non ho tempo per me e per le mie passioni. Lavoro solo e non ho i guadagni sperati.” Era confusa!

A questo punto le serviva capire a che punto della strada era! 

“Perché fare un’analisi del tuo business”  in pratica:

Se vuoi fare un’ analisi del tuo business più approfondita, ci sono anche altre strade interessanti. Ti voglio parlare di due che io ho utilizzato con i miei clienti (imprenditori e liberi professionisti) in questi 15 anni di attività:

Analisi SWOT per un’ analisi del tuo business

Se hai mai letto un libro o un articolo che parla di marketing, ti sarà capitato di sentir parlare di analisi SWOT.
Si tratta di un’analisi aziendale molto conosciuta in ambiente organizzativo e serve per definire i punti di forza (Strenghts), di debolezza (Weaknesses), le opportunità (Opportunities) e le minacce (Threats) per ogni attività.

L’analisi SWOT è un’analisi aziendale che butta un occhio all’interno della propria attività grazie alla riflessione sui punti di forza e quelli di debolezza e all’esterno della propria realtà. Minacce e opportunità sono infatti fattori esterni a noi ma che ovviamente influiscono su quello che siamo e che facciamo.

Tutte le volte che la propongo in una fase di comprensione e analisi, questo strumento ha il vantaggio di chiarire non solo la situazione attuale ma anche gli obiettivi da perseguire e la strategia da definire. Io utilizzo la SWOT e la compilo per me e per il mio business almeno una volta all’anno e all’inizio di ogni progetto su cui voglio ottenere degli obiettivi interessanti e investire il mio tempo e la mia energia.

 

 

Business Model Canvas

L’altro metodo di analisi del tuo business è il Business Model Canvas.
È un metodo molto efficace e creativo che ho imparato in un corso che ho frequentato 3 anni fa,  per avere più strumenti di analisi da proporre ai miei clienti.

Funziona perché ci permette di avere la nostra analisi aziendale davanti agli occhi in maniera molto concreta e reale. Anche l’impatto visivo è molto utile per chiarire e per mantenere poi il focus. Si tratta di un grande foglio diviso in rettangoli. Ogni “spazio” rappresenta un aspetto del tuo business e viene riempito con dei post-it (in questo modo sarai in grado di implementare o modificare facilmente il modello). Qui in un unico foglio, alla fine dell’analisi, avrai tutto quello che ti serve per partire!!!!

Non approfondisco questo metodo in questo momento perché non è il mio obiettivo, ma se hai bisogno di ulteriori informazioni fammi sapere.

Un ultimo consiglio

Non sottovalutare mai questo aspetto nella tua attività. Può veramente fare la differenza. So per esperienza che il tempo è sempre poco e che non è facile fermarsi a pensare.
Non importa! Trascura qualcos’altro e fatti delle domande, pensa a cosa stai facendo e a cosa vuoi fare in futuro, anche a breve termine.

Il tuo lavoro deve renderti Felice e deve darti tutte le soddisfazioni che ti meriti, ci dedichiamo metà della nostra vita, facciamo in modo che ne valga la pena!

A questo punto tocca a te……spero sia chiaro il Perché fare un’analisi del tuo business e inizia a mettere in pratica, rispondi alle domande per iniziare la tua l’ analisi!

 

Se ti è piaciuto questo articolo “Perché fare un’analisi del tuo business” ti chiedo di fare queste 4 AZIONI:

  1. CLICCA MI PIACE sulla Pagina BUSINESS FOR LADY per restare in contatto con noi
  2. ISCRIVITI AL GRUPPO BUSINESS FOR LADY per ampliare il tuo gruppo di pari
  3. CONDIVIDI questo articolo con tutte le persone che vuoi
  4. SCRIVICI  un commento

 

 Ai tuoi successi!

ultima modifica: 2017-09-25T14:04:37+00:00 Perchè fare un'analisi del tuo business? Ecco i vantaggi nel dedicare tempo a questa preziosa attività e come iniziare a farla. da Samantha Zamboni

Pin It on Pinterest

Share This